Disturbi muscolo-scheletrici: il ruolo dell’ecografia a ultrasuoni

Nell’ambito della reumatologia, l’ecografia a ultrasuoni al giorno d’oggi gioca un ruolo importante per la diagnosi di malattie reumatiche infiammatorie che causano disturbi muscolo-scheletrici. Con l’aiuto dei trasduttori lineari ad alta frequenza è possibile rilevare i problemi di infiammazione indotta – così come versamenti e  proliferazioni sinoviali – in una fase molto precoce. Anche la distruzione ossea può essere identificata molto prima di quanto sia possibile fare con l’impiego dei raggi X.

Inoltre, grazie allo sviluppo del color Doppler, il livello dell’infiammazione è oggi chiaramente rilevabile, mentre l’utilizzo del power Doppler ha dimostrato di essere un fattore chiave per la formulazione della prognosi in numerosi studi clinici.

alpinion_Wolfgang_Hartung

Il parere dell’esperto
Ma come si è evoluta l’ecografia muscolo-scheletrica nel corso degli ultimi dieci anni? Quali sono i vantaggi dei sistemi a ultrasuoni rispetto ad altre tecniche di imaging nella diagnosi e nel trattamento di disturbi muscolo-scheletrici? Quali sono le sfide affrontate dai reumatologi quando usano gli ultrasuoni in relazione a patologie reumatiche del sistema muscolo-scheletrico?

Queste e molte altre sono le risposte contenute in questa intervista al Prof. Wolfgang Hartung (Dipartimento di Reumatologia/Immunologia Clinica –
Asklepios Klinikum Bad Abbach). Leggila qui e scopri che cosa dice il Professore dopo aver provato il nostro E-CUBE i7

Post by Raffaella