Ecografia addome completo: cos’è e come si fa

L’ecografia addome completo, detta anche ecografia addominale, è una metodica diagnostica non invasiva che permette di visualizzare tutti gli organi dell’addome e i principali vasi sanguigni della cavità addominale.

In questo articolo approfondiremo le modalità e le funzioni di questo esame e le caratteristiche dell’ecografo E-Cube 11 di Alpinion: strumento di alta fascia per il medical imaging che può essere impiegato anche per l’esame dell’addome completo.

Ecografia addome completo: cosa si vede

Con l’ecografia dell’addome completo è possibile esplorare, nel dettaglio, il fegato, la cistifellea, le vie biliari, la milza, i reni, il pancreas, lo stomaco, i grossi vasi sanguigni, la vescica, l’utero, le ovaie e la prostata. L’esame viene impiegato per visualizzare la morfologia dei parenchimi e individuare eventuali lesioni.

 

Come si svolge questo esame

Come avviene per ogni esame ecografico, anche quando si effettua l’ecografia dell’addome completo, in corrispondenza dell’area da esaminare, viene applicato un gel che fa sì che gli ultrasuoni emessi dalla sonda possano essere trasmessi in profondità.
Si tratta di un esame indolore, innocuo per l’organismo, che ha una durata media di circa 15/20 minuti.

Naturalmente, più la tecnologia utilizzata per effettuare l’esame è potente e all’avanguardia, migliori sono le immagini che si possono ottenere e dunque il livello di precisione. Per rispondere a questa esigenza, Alpinion ha creato E-Cube11, lavorando su tutti gli aspetti di acquisizione acustica e sugli algoritmi di elaborazione del segnale per realizzare un prodotto in grado di fornire altissime prestazioni.

Grazie al processore ad alta velocità di calcolo (Intel® Core™i7) Microsoft®Windows®7, garantisce immagini di altissima qualità, migliore sicurezza della rete e della stabilità del sistema, migliore compatibilità con i sistemi medici elettronici; inoltre l’integrazione ottimizzata con i trasduttori Alpinion massimizza la qualità dell’immagine e riduce gli artefatti permettendo diagnosi migliori.

 

Ecografia addominale: preparazione

E’ utile prepararsi a questo tipo di esame seguendo una dieta leggera nei giorni precedenti.

Cosa mangiare

Se l’ecografia viene effettuata al mattino, è necessario presentarsi a digiuno dalla mezzanotte del giorno prima. Se invece si esegue l’esame nel pomeriggio, è opportuno fare colazione con the o caffè, fette biscottate o biscotti secchi, evitando di assumere latte o suoi derivati; a pranzo è consigliabile mantenersi molto leggeri, consumando del the, caffè d’orzo oppure del brodo. E’ necessario essere a digiuno da almeno 6 ore.

Per poter esaminare la parte inferiore dell’addome, la vescica deve essere piena, pertanto è importante bere 1 litro di acqua circa un’ora e mezza prima dell’appuntamento e non urinare nelle 2-3 ore precedenti l’esame.

Queste indicazioni non devono essere seguite da bambini e pazienti cardiopatici o nefropatici sottoposti a restrizioni idriche che dovranno invece rivolgersi al proprio medico curante per avere informazioni adeguate in merito.

Post by Raffaella